Social Media Business Tecnologia Serie TV Startup Politica Persone Altro

7 buoni motivi per creare una Newsletter per i propri Clienti

Luca Murante
C
3'
4 gennaio 2014 04/01/2014

Comunicare efficacemente con i Clienti è uno degli aspetti più importanti dell’essere professionisti, e non solo se siamo nell’ambito della Comunicazione. Può fare la differenza tra l’avere clienti appagati e clienti frustrati.
Comunicare con i clienti è una sfida continua, soprattutto se stai gestendo diversi progetti allo stesso tempo. Inviare una newsletter periodica ti può aiutare per molte ragioni. In quest’articolo analizziamo 7 buoni motivi che ti convinceranno.

1. Rimani in contatto

Hai appena portato a termine il tuo Progetto o quella campagna di advertising è finita. Dopo, ti tieni in contatto con il Cliente? Probabilmente non molto. È invece molto importante farlo, perché nel suo futuro ci potresti essere ancora tu, o la tua Agenzia. Essere memorabili, o almeno presenti, ti dà quella chance in più. Forse non ti ri-affideranno il budget, ma..

2. Il rapporto Uno-a-molti

Ci sono casi in cui hai bisogno di informare tutti i Clienti one-off: una newsletter è una buona cosa. Che si tratti di presentare un nuovo progetto che ti riguarda direttamente, o semplicemente annunciare che per un paio di settimane sarai sdraiato al sole, una newsletter è perfetta.

3. Informa et impera

Molti professionisti, o Agenzie, inviano Newsletter con le ultime notizie dalla rete che ritengono interessanti per sé e per i propri Clienti. Piuttosto che diventare un edicolante, sfrutta l’occasione per segnalare gli utili aggiornamenti che davvero creano interesse, verso i tuoi Clienti, a farti affidare nuovi incarichi.

4. Mostra i tuoi ultimi lavori

Anche i sassi sanno che i tuoi vecchi clienti non torneranno a visitare il Portfolio, dopo quell’ultimo contratto firmato. Ma nella tua newsletter puoi includere gli ultimi lavori, e magari gli ultimi clienti che si so affidati a te. Magari ti faranno una telefonatina (anche se è più probabile che il telefono lo debba alzare tu).

5. Promuovi nuove skills

Ci sono situazioni nelle quali l’Agenzia sta assumendo nuovo personale, e c’è quel nuovo designer che ha uno stile particolare: promuovilo. Prima di tutto con i tuoi vecchi clienti che hanno tutte le carte in regola per essere i tuoi nuovi migliori clienti. Magari per alcuni va proprio bene quel taglio, quell’approccio che prima non offrivi. Se hai creato buone relazioni, offrire loro di più non può che fare bene.

6. Fai cross-selling

Spingi per rendere allettanti tutti i (macro) servizi che la tua Agenzia offre. Se un cliente in passato si è affidato a te per un tipo di servizio, può fare bene ricordargli che sei in grado di gestire anche altri tipi di opportunità, con la stessa competenza.

7. Ottieni referrals

Se qualche Cliente non è interessato direttamente, potrebbe inoltrare la Newsletter a qualche contatto business. Non è (in toto) un invenzione fiabesca: se la tua comunicazione è solida, efficace e visivamente allettante potrebbe aumentare semplicemente le possibilità di diffusione. Quindi, incoraggia l’inoltro.

 

Rispetta le normative sullo Spam

Rispetta sempre – sempre – le normative sull’invio di Email con fini pubblicitari. Gioca pulito e vedrai risultati. La frustrazione di avere solo poche decine di destinatari non deve essere una barriera. Se hai pochi contatti, hai pochi Clienti: anziché spammare acquisisci nuovi Clienti.

Da dove partire?

Partire con una newsletter periodica non comporta un enorme investimento di tempo e denaro. Possiamo utilizzare uno dei tanti software a disposizione: MailChimp ad esempio, che è gratis fino a duemila contatti e consente di utilizzare modelli pre-impostati da personalizzare ed ottenere statistiche dopo l’invio.

iPod nano, grazie e a risentirci

Sixto Rodriguez è morto e poi è diventato una rockstar

L’effetto Amazon nell’e-commerce della moda

Quello che c'è da sapere. Direttamente nella tua inbox.
Ok, sei dei nostri. Ottima scelta.