Quello che c'è da sapere.
Direttamente nella tua inbox.
Niente spam, promesso.
Ok, sei dei nostri. Ottima scelta.
Social Media Business Tecnologia Pressplay Serie TV Startup Hacked Politica

Fare i fighi a bordo di una moto vintage spendendo meno di 6000 euro

Luca Murante
O

Ok, non siete proprio come James Dean. Vabbè, a dirla tutta non siete neanche esattamente ricchi. Date le premesse sicuramente non sarete manco famosi.

Se queste tre affermazioni vi descrivono in pieno – proprio come descrivono me – allora il mio consiglio è di essere quantomeno strafighi. L’estate è alle porte e un bel giro seduti su qualcosa di vivo e pulsante, col vento sul viso e la nostra metà avvinghiata manco fossimo sulla strada per l’inferno è proprio quello che ci vuole. Ci vuole pure qualcuno che vi consigli qualcosa, ed eccomi qua.

Giacche di pelle e magliette bianche pronte, eccovi i miei consigli su quale moto comprare con soli 6000 euro per essere molto, molto cool. Non parleremo di moto di grossa cilindrata con centomila cavalli, led, diavolerie elettroniche e ciclistica da corsa. Ma di oggetti di metallo, freddi o bollenti all’occasione, che pulsano sotto il culo come il cuore di Dio e vi sbattono nei polsi linfa viscerale, lasciandovi l’olezzo del motociclista che la sa lunga addosso. Esistono molti modelli che si possono comprare con un budget tutto sommato ridotto, che sono affidabili e ben realizzati. Abbiamo scelto quattro modelli modern classic, cioè si rifanno a mitiche linee del passato accoppiate ad una meccanica moderna, perfette per essere alla moda seguendo il filone vintage degli ultimi anni.

..anche perché le altre non potremmo permettercele con quel budget.

Royal Enfield Continental GT

La prima moto che vi consiglio è la Continental GT della Royal Enfield, una delle più antiche case motociclistiche del mondo. Questa bellezza viene fabbricata in India e si ispira al mitico modello del 1965, pur essendo concepita come una moto moderna. Semimanubri alti in pieno stile cafè racer, la posizione è da vero rocker disteso sul bel serbatoio oblungo. Ha i cerchi a raggi e gli scarichi cromati – come da tradizione – ed è spinta da un piccolo monocilindrico da 535cc raffreddato ad aria che tira fuori la potenza di 30cv. Non vi sembreranno molti in senso assoluto, ma sono più che sufficienti per la scampagnata fuori porta o per l’aperitivo. Come tutte le modern classic si affida a freni moderni marchiati Brembo e pneumatici Pirelli di primo equipaggiamento. Mettetela in moto a pedale, chiudete la zip e lasciatevi guidare tra le curve dalle pistonate di questa bellezza. Scheda completa

Viene via con 5990 euro e non vi preoccupate: esiste anche la versione con sella lunga per ospitare il passeggero.

Honda CMX500 Rebel

Una bobber è una moto cruiser molto essenziale. L’ha praticamente inventata la Harley-Davidson oltre sessant’anni fa e questo è di nuovo il loro momento. Sella bassa e ruote ciccione contraddistinguono questo stile cupo e minimalista: un vero cult. La Honda propone la sua bobber d’ingresso, la CMX500 Rebel è dotata di un bicilindrico parallelo di 471cc da 46cv, guidabile con la patente A2 e delle rifiniture niente male. Questa piccola giapponese è dotata di ABS e si muove alla grande nel traffico cittadino, lasciando automobilisti e non con un dolce borbottìo nelle orecchie al vostro passaggio. Scheda completa

In vendita a 6090 euro.

Mash Scrambler 400

Se avete l’animo più propenso a stare in piedi sulle pedane, la Mash Scrambler è la tuttoterreno che fa per voi. Ha un piccolo motore monocilindrico da 400c da 27cv (che la rende adatta anche ai neopatentati) ed una bella sella di pelle a costine. Come ci suggerisce il nome, questa è una scrambler, cioè una moto adatta per affrontare qualche sterrato senza perdersi d’animo: è abbastanza alta da terra per farlo ed è dotata di pneumatici tassellati. Ha anche un bel manubrione alto e pure l’ABS, che non guasta mai. Scheda completa

Costa soltanto 5290 euro e potete scegliere qualsiasi colore purché sia quello arancio/nero che vedete in foto.

Benelli Leoncino

Sul sito Benelli campeggia la scritta “The legend is back!”. Nel 1911 i sei fratelli Benelli si misero al lavoro nella loro officina di Pesaro. Da quel momento la Benelli ha tessuto la storia del motociclismo italiano e negli anni ’50 si rese famosa per il suo modello denominato appunto Leoncino. Dopo tanti anni (e una gestione cinese), il mitico Leoncino, quasi una moto concept, è tornata alla ribalta, ed è bellissima. Mossa da un bicilindrico parallelo da 499cc da 47cv (proprio come la Honda Rebel), può tranquillamente trasportarvi da bar a bar o più fuoriporta, anche su strade bianche. Scheda completa

Ruote tassellate, look scrambler, luci a led, telaio a traliccio e ABS rendono questa moto un piccolo gioiello, soprattuto in relazione al prezzo di vendita, che è di soli 5990 euro.

 

Ci vediamo in strada, lamps.

 

Quello che c'è da sapere.
Direttamente nella tua inbox.
Niente spam, promesso.
Ok, sei dei nostri. Ottima scelta.
Weekend: lo stai facendo nel modo sbagliato
L’effetto Amazon nell’e-commerce della moda
Dormire è il nuovo status symbol